IMU - Terreni agricoli

Data di pubblicazione:
09 Marzo 2021
Immagine non trovata

In data 06.12.2014 (Gazzetta Ufficiale n. 284) è stato finalmente pubblicato il decreto interministeriale del 28 novembre 2014 riguardante l’IMU per i terreni agricoli per l’anno 2014.
 
Il decreto, sulla base dell’”Elenco dei Comuni Italiani” pubblicato sul sito internet dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) http://www.istat.it/it/archivio/6789, tenendo conto dell’altezza nella colonna “Altitudine del centro (metri)”, ha individuato le seguenti fasce:

  • Altitudine oltre i 601 metri – TERRENI ESENTI;
  • Altitudine tra i 281 metri e i 600 metri – TERRENI ESENTI SE POSSEDUTI DA COLTIVATORI DIRETTI E IMPRENDITORI AGRICOLI PROFESSIONALI;
  • Inferiore a 281 metri – TERRENI SOGGETTI ALL’IMU.

Dall’elenco Istat, i terreni ricadenti nel nostro territorio non godono più dell’esenzione IMU dall’anno 2014 in quanto Passirano ha un’altitudine del centro di 210 metri.
 
Alla luce di quanto appena esposto, i proprietari di terreni agricoli dovranno/dovrebbero provvedere al versamento dell’imposta annua entro il 16/12/2014.
 
Tuttavia, il Sottosegretario Pier Paolo Baretta ha assicurato in Commissione Finanze alla Camera che sono allo studio sia un rinvio della scadenza di versamento e sia una rimodulazione dei Comuni assoggettabili che potrebbe non essere più basata sull'altitudine del Municipio.
 
In ogni caso le parole di un Sottosegretario non cambiano gli atti depositati e la scadenza del 16 dicembre è sempre più vicina, senza che i Comuni abbiano certezze sulle corrette modalità di azione.
 
L’Amministrazione Comunale Vi terrà informati sugli sviluppi e farà il possibile per fornire supporto ai fini del conteggio dell’imposta.
 
Per il conteggio dell’imposta dovuta per i terreni agricoli si rimanda all’art. 13, comma 5 e 8-bis del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201.

Aggiornamento al 15/12/2014:

In questi giorni il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che prevede uno slittamento dal 16 dicembre al 26 gennaio 2015 dei termini di versamento dell'IMU sui terreni agricoli (ex) montani.


Ad oggi il testo del decreto legge non è ancora disponibile.

Al momento l'Ufficio Tributi non è ancora in grado di garantire l'invio di avvisi di pagamento: si consiglia pertanto alle persone interessate di procedere in autonomia con il calcolo dell'imposta dovuta.

Aggiornamento al 18/12/2014:


In data 16/12/2014 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 185 che proroga i termini di pagamento IMU per i terreni agricoli al 26 gennaio 2015.


Si riporta l'art. 1 "Proroga del termine di pagamento dei terreni agricoli montani a seguito della revisione di cui al decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 ", comma 1: "Il termine per il versamento dell'imposta municipale propria (IMU), relativa al 2014 dovuta a seguito dell'approvazione del decreto interministeriale di cui al comma 2 dell'art. 22 del decreto legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, e' prorogato al 26 gennaio 2015. Nei comuni nei quali i terreni agricoli non sono più oggetto dell'esenzione, anche parziale, prevista dall'art. 7 comma 1, lettera h) del D.Lgs. 504/1992, l'imposta è determinata per l'anno 2014 tenendo conto dell'aliquota di base fissata dall'art. 163, comma 6, del D.L. 201/2011 convertito con modificazioni dalla legge 214/2011 a meno che in detti comuni non siano state approvate per i terreni agricoli specifiche aliquote."

Aggiornamento al 23/01/2015:

Il Consiglio dei Ministri (n. 46 del 23/01/2015) si è riunito il 23 gennaio 2015 e ha approvato il decreto legge 24 gennaio 2015, n. 4, che ha ridefinito i criteri per l’esenzione dall’IMU per l’anno d’imposta 2014 e 2015 per i terreni agricoli siti nei comuni del territorio nazionale precedentemente determinati con il D.M. 28 novembre 2014.

Il testo prevede che a decorrere dall'anno in corso, 2015, l'esenzione dall'imposta municipale propria (IMU) si applica:
- ai terreni agricoli, nonchè a quelli non coltivati, ubicati nei Comuni non classificati come totalmentemontani, come riportato dall'elenco dei Comuni italiani predisposti dall'Istat;
- ai terreni agricoli, nonchè a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all'art. 1 del decreto legislativo del 29 marzo 2004, n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei Comuni classificati come parzialmente montani, come riportato dall'elenco dei Comuni italiani predisposto dall'Istat.

Tali criteri si applicano anche all'anno d'imposta 2014. Per l'anno 2014, non è comunque dovuta l'IMU per quei terreni che erano esenti in virtu' del decreto del Ministro dell' Economia e delle Finanze, di concerto con i Ministri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell'Interno, del 28 novmebre 2014 e che invece risultano imponibili per effetto dell'applicazione dei criteri sopra elencati. I contribuenti che non rientrano nei parametri per l'esenzione, verseranno l'imposta entro il 10 febbraio 2015.

Il D.L. 24 gennaio 2015 n. 4, sulla base dell’”Elenco dei Comuni Italiani” pubblicato sul sito internet dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), tiene conto sia dell’altezza indicata nella colonna “Altitudine del centro (metri)” , sia della definizione contenuta nella colonna “Comune montano”;
 
nell’elenco Istat di cui sopra, l’altitudine del centro per il Comune di Passirano è di 210 metri e il territorio è definito “NM - Non Montano” .

Alla luce di quanto sopra, per il Comune di Passirano, non è variato nulla rispetto a quanto stabilito con D.M. del 28 novembre 2014 e il pagamento dell'IMU per i terreni è stato confermato dal D.L. n. 4/2015.

Pertanto, la scadenza  per il versamento IMU dei terreni agricoli che era fissata per il 26 gennaio 2015 è stata prorogata al 10 febbraio 2015.

L'aliquota da utilizzare per il Comune di Passirano è il 7,6 per mille (aliquota di base).

Il codice tributo relativo ai terreni agricoli da utilizzare per il versamento tramite F24 è 3914.

Il codice catastale del Comune di Passirano è G361.


ESEMPIO DI CALCOLO IMU TERRENI AGRICOLI (SIA AGRICOLI CHE C.D. INCOLTI) NON POSSEDUTI DA AGRICOLTORI:
 
Reddito dominicale terreno (da visura catastale) = 50,00
Rivalutazione reddito dominicale del 25% = 50,00* 25% = 62,50
Coefficiente moltiplicatore = 135
Valore imponibile IMU = RD * coefficiente 135 = 62,50 * 135 = € 8.437,50 
Imposta IMU annua = (€ 8.437,50 *7,6) / 1000 = € 64,12 
  
ESEMPIO DI CALCOLO IMU TERRENI POSSEDUTI E CONDOTTI DA AGRICOLTORI:
 
Reddito dominicale terreno (da visura catastale) = 50,00
Rivalutazione reddito dominicale del 25% = 50,00* 25% = 62,50
Coefficiente moltiplicatore = 75
Valore imponibile IMU = RD * coefficiente 75 = 62,50 * 75 = € 4.687,50
 
N.B.: Se la somma dei valori imponibili IMU di tutti i terreni posseduti e condotti è inferiore o pari ad € 6.000, nulla è dovuto a titolo di IMU terreni agricoli. 
 
Se la somma dei valori imponibili IMU di tutti i terreni posseduti e condotti è superiore ad € 6.000, i terreni sono soggetti all’imposta limitatamente alla parte di valore eccedente € 6.000 e le seguenti riduzioni di cui all’art. 13 comma 8-bis del D.L. 201/2011; per meglio precisare:
 
Esempio: se la somma dei valori imponibili dei terreni è € 61.584,39ipotizzando un unico proprietario e 12 mesi di possesso, l’IMU viene così calcolata:
 
da 0 a 6.000 esente imposta;

a) da 6.001 a 15.500 = 70 per cento dell’imposta; per 9.500 euro di base imponibile (cioè valore eccedente risultante da 15.500 - 6.000) si calcola:(9500*7,6) / 1000 = € 72,20 sul quale si applica la riduzione del 70% ossia un’imposta pari a € 21,66.

b) da 15.501 a 25.500 = 50 per cento dell’imposta; per 10.000 euro di base imponibile (cioè valore eccedente risultante da 15.500 – 25.500) si calcola:(10.000*7,6) / 1000 = € 76,00 sul quale si applica la riduzione del 50% ossia un’imposta pari a € 38,00.

c) da 25.501 a 32.000 = 25 per cento dell’imposta; per 6.500 euro di base imponibile (cioè valore eccedente risultante da 25.500 – 32.000) si calcola:(6.500*7,6) / 1000 = € 49,40 sul quale si applica la riduzione del 25% ossia un’imposta pari a € 37,05.

da 32.001 in poi, nessuna riduzione dell’imposta (€ 61.584,39 – 32.000,00) = € 29.584,39 *7,6 / 1000 = € 224,84
 
IMU dovuta complessiva per i terreni agricoli posseduti da agricoltore:
€ 21,66 € 38,00 € 37,05 € 224,84 = € 321,55 arrotondato € 322 IMU DOVUTA ANNUA per unico proprietario.
 
Si ricorda che in caso di comproprietà, l’imposta deve essere suddivisa secondo le quote di possesso

Ultimo aggiornamento

Giovedi 18 Marzo 2021